Eventi

SUL TERRITORIO PIEMONTESE

Scopri il programma!

Ti piacciono le presentazioni di libri?

Vorresti incontrare gli autori delle storie che hai amato di più?

In questa sezione trovi tutti gli eventi in programma.

Un unico calendario a tua disposizione per non perderti neanche un incontro!

Testimoni silenziosi da Binaria Rivalta

Testimoni silenziosi da Binaria Rivalta

Buendia Books

17/02/2023 | ORE 18:00 | Binaria Rivalta, Via Roma 9, 10040 Rivalta di Torino (TO)

Testimoni silenziosi da Binaria Rivalta Venerdì 17 febbraio alle ore 18 Testimoni silenziosi. Storie di alberi monumentali di Cristina Converso, scrittrice e dottoressa forestale, sarà presentato da Binaria Rivalta, presso Comunità Famiglie Il Filo d'Erba. Una piccola pubblicazione narrativamente molto intrigante, in cui con competenza scientifica e grande abilità romanziera, l'autrice ci presenta otto racconti, tra storia e mistero, legati ad altrettanti alberi monumentali piemontesi, precisamente uno per ogni provincia regionale: dalla quercia di Avolasca al salice di Dormelletto, fino al faggio di Rocchetta Tanaro e l’agrifoglio di Pollone. Protagonisti umani, trait d’union delle storie, sono un nonno partigiano e un nipote curioso, le cui storie si intrecciano alla ricerca delle proprie radici.

Dialoga con l'autrice: Lorenzo Camoriano, Settore Foreste, Regione Piemonte.

 

Prenotazione: binariarivalta@gruppoabele.org

Testimoni silenziosi alla Piola Libreria di Catia

Testimoni silenziosi alla Piola Libreria di Catia!

Buendia Books

21/02/2023 | ORE 17:30 | La Piola Libreria di Catia, Via Bibiana 31, 10147 Torino

Testimoni silenziosi alla Piola Libreria di Catia!

Martedì 21 febbraio alle ore 17.30 Cristina Converso presenterà Testimoni silenziosi. Storie di alberi monumentali, il suo nuovo libro, alla Piola di Catia (via Bibiana 31, Torino)! ✨ Noi saremo lì già dalle 17: venite a farci compagnia per bere qualcosa insieme e chiacchierare un po'?

Quando Adriano arriva nelle valli di Lanzo, trova ad attenderlo la vecchia casa di famiglia e un tiglio secolare. In quel ritorno, scopre ben più della polvere e dei ricordi d’infanzia: il taccuino di suo nonno Gilberto. Osservazioni naturalistiche, resoconti di scalate, appunti, ma anche storie e disegni, in cui ricorre il misterioso acronimo A.M. In questa cornice in cui un nipote curioso e sensibile e un nonno partigiano si ritrovano tra le pagine, tra segreti di famiglia, addii e nuovi inizi, l’autrice incastona otto racconti dedicati ad altrettanti alberi monumentali del Piemonte, uno per ogni provincia. A partire da fatti e luoghi reali, intrecciando fantasia e ricerca, un viaggio alla scoperta di presenze arboree come navi cariche di simbologia, di trame, di vite e delle molteplici relazioni tra l’animo umano e la ritualità legata alla natura: un affascinante e delicato incontro tra antropologia e letteratura